INAUGURAZIONE EDIFICIO OSPEDALE

Quello che sembrava solo un sogno sta diventando realtà!

Il 31 gennaio scorso, festa di San Giovanni Bosco, è stato inaugurato ad Adwa il primo edificio del nuovo ospedale di Adwa!

Per l'occasione è partita una numerosa comitiva dall'Italia: benefattori, volontari, tecnici, rappresentanti dell'associazione non potevano mancare all'appuntamento... senza il loro contributo nulla sarebbe stato possibile!

Ecco la prima testimonianza di Suor Laura

"La fase uno dell'ospedale è l'ostello per la residenza dei medici che già vengono a operare nella struttura provvisoria ricavata da alcuni ambienti esistenti nella missione. Sarà anche la sede provvisioria della scuola infermieri: a cosa ci servirebbero infatti i muri di un ospedale perfettamente attrezzato senza il personale preparato a gestire pazienti e strutture in modo adeguato? La formazione professionale ed etica, basata sui valori evangelici e gli insegnamenti della Chiesa è assolutamente prioritaria. La fase due, quella dell'ospedale vero e proprio è in corso, siamo alle fondamenta e alla gettata del piano terra. Lavoro enorme di movimento terra e messa in sicurezza dei terreni: l'ospedale sarà infatti su tre livelli diversi, essendo il terreno terrazzato come quello su cui è stata costruita la missione. Impresa disperata visti i tempi che corrono. Ma noi siamo certi che il Dio dell'Impossibile aprirà le strade giuste, toccherà i cuori di chi può aiutare, ci indicherà le porte cui bussare. La Provvidenza è la nostra Compagnia di Assicurazione, quella di cui i poveri del mondo sono tutti soci e clienti. La nostra fede, più piccola del famoso granello di senape, è supportata dalle preghiere e dal grido dei poveri. Proprio in questi giorni stiamo lottando per la vita di Hewett, una nostra orfenella di 11 anni, gravissima per una appendicite acuta curata erroneamente come infezione urinaria. Se l'ospedale già ci fosse questa nostra creatura si salverebbe certamente. L'affidiamo alla Madonna, ma diciamo BASTA a queste sofferenze/morti inutili.

Grazie per il vostro sostegno, per l'aiuto concreto, per l'amicizia e la fraternità.

Con l'affetto che sapete."

Sr Laura

 leggi il racconto della memorabile giornata sul nostro blog