Nell’orrore della guerra, aiutiamo la vita a resistere

Quando la guerra toglie tutto,
tu puoi essere una certezza per la popolazione inerme

La guerra in Tigray è una tragedia che consuma l’esistenza, la gioia e la speranza delle sue tante vittime: bambini, anziani, donne e uomini che hanno la sola “colpa” di vivere lì dove la crudeltà si accanisce su di loro. Ma tu puoi intervenire e cambiare questa situazione così grave e dolorosa.

Perché la tua donazione regolare è così importante adesso?

Tu puoi portare un soccorso concreto e una luce di speranza a chi sta vivendo questa terribile guerra, attraverso le opere e i progetti di Amici di Adwa. Non c’è tempo e modo di fare grandi programmi: bisogna intervenire quando c’è bisogno, a seconda di cosa è più necessario e prioritario per garantire cure, acqua, cibo e protezione a chi ne ha bisogno, giorno per giorno. Ogni giorno.

Un patto di fiducia e un impegno preciso alla base della tua donazione

Ti invitiamo con tutto il cuore a dare fiducia cieca a questa proposta di sostegno: purtroppo, il conflitto in corso dal 2020 rende impossibile rendicontare in modo puntuale e regolare come la missione e l’ospedale di Amici di Adwa utilizzano le donazioni. Ti promettiamo che ogni euro sarà speso per portare sollievo e dignità a ogni bambino, adulto o anziano che, grazie a te, riusciremo a raggiungere e aiutare.

Noi dall’Italia ci prendiamo questo impegno nei tuoi confronti: faremo tutto il possibile per aggiornarti almeno due volte all’anno sull’utilizzo delle donazioni e sui loro impatti nelle vite delle vittime di questa guerra.

La tua solidarietà concreta ha la forza che serve per affrontare gli orrori di questa guerra, e riportare equità e giustizia nelle vite di tante persone.

Grazie di cuore fin da ora.

ESEMPI DI DONAZIONE

 

  • Sostieni il trasporto di feriti e partorienti 

9€ al mese = 1 giornata di soccorso in ambulanza

  • Nutri i pazienti dell’ospedale di Adwa

15€ al mese = pasti per 2 ricoveri

  • Sostieni la produzione agricola alla missione di Adwa

37€ al mese = stipendio di un coltivatore

  • Prenditi cura della nascita di un bambino e della sua mamma

100€ a trimestre = assistenza ospedaliera per 1 parto

Leggi le loro storie
  • La piccola Delina durante la nascita ha subito un trauma alla spalla che ha compromesso l’uso del braccio sinistro. Negli ospedali pubblici, ancora oggi, quando ci sono complicazioni si utilizza il forcipe per aiutare le donne a partorire. Sono tantissimi i bambini che poi arrivano nel nostro ospedale con lesioni praticamente irreversibili....

  • Il reparto maternità del nostro ospedale non si occupa solo dei parti. I medici e le ostetriche si preoccupano anche di igiene personale e di educazione sessuale. La consapevolezza del proprio corpo è il primo passo per queste future mamme. In questi due anni di guerra sono tantissime le ragazze che hanno subito violenze e stupri e si sono ritrovate loro malgrado incinte…...

  • Quasi nessuno in casa ha l’acqua corrente. Ogni famiglia va al pozzo per riempire le pesanti taniche e da ormai due anni anche lì l’acqua scarseggia....