Una suora Cavaliere?!

Una suora Cavaliere?!

La notizia è rimasta riservata fino al giorno stesso (11 marzo), essendo una cerimonia in forma privata.

Però ora possiamo annunciarlo a gran voce: Suor Laura è stata insignita dell’onorificenza di Cavaliere dell’ordine al merito della Repubblica Italiana dal Presidente Sergio Mattarella!

La motivazione è data dal riconoscimento per l’opera instancabile e coraggiosa svolta da lei e dalle nostre sorelle in Etiopia nella missione di Adua “Kidane Merhret Integrated Project” a favore dei più bisognosi soprattutto nell’ambito dell’educazione e della sanità, specialmente per donne e bambini.

Grazie al contatto personale di Carlo Farnè – presidente della nostra associazione – con la nuora di Mattarella, il Presidente ha avuto modo di conoscere ed apprezzare l’operato della salesiana. Egli ha espresso il desiderio di visitare la missione Kidane Mehret ed è stato invitato alla futura inaugurazione del nuovo Ospedale di Adwa. Nel frattempo ha scelto Suor Laura per questo importante riconoscimento, che dimostra il valore come italiana in Etiopia.

 

Suor Laura condivide con tutti noi questo importante momento:

Con gratitudine e commozione ho pensato a ciascuno di voi, CAVALIERI sconosciuti, Militi ignoti con i quali ho il privilegio e l”onore di condividere il miracolo di Adwa. Senza di voi nulla sarebbe stato fatto: la sottoscritta, semplice soldato di fanteria in prima linea nel campo del Signore avrebbe avuto solo mani vuote, cuore per amare e lacrime da condividere con i poveri di Adwa. Voi mi avete riempito le mani, avete sostenuto sogni e progetti quasi impossibili e spesso temerari, mi avete regalato fiducia, sostegno, fraternita’ sin dagli inizi. Per questo ho pensato a voi ricevendo l’onore di Cavaliere della Repubblica Italiana. Questo ho detto al nostro Presidente che ha voluto regalarmi ben 25 minuti del suo tempo. Ha voluto sapere quanti voi possiate essere: “…UN ESERCITO!” ho risposto. Ed ho raccontato gli infiniti piccoli, grandi gesti di generosita’, volontariato, sostegno, iniziative di cui la missione e’ stata oggetto in questi 22 anni. Ho concluso con quello che e’ il mio convincimento: dicendo cioe’ quale GRANDE POPOLO NOI ITALIANI SIAMO. Chiassosi ed esuberanti, fose difficili da governare, ma generosi, solidali, capaci di grandi sacrifici e grandi gesti. Brava gente che conosce la fatica del vivere eppure ha cuore aperto a chi e’ meno fortunato. Putroppo stampa e TV spesso riportano solo le cose negative, ma noi non siamo QUELLI. Il miracolo di Adwa ne e’ la prova, una delle tante di cui possiamo giustamente andare fieri.

A ciascuno di voi GRAZIE.

Leggi la rassegna stampa:

– Sul sito del Quirinale

– Articolo del quotidiano La Nuova Ferrara

– Articolo sul Centone

– sul sito delle Salesiane FMA

– guarda tutte le foto sulla nostra pagina facebook