OSPEDALE: aggiornamenti dal dott. Fasolo al termine del 2019

OSPEDALE: aggiornamenti dal dott. Fasolo al termine del 2019

Il 2019 è stato un anno fondamentale per l’ospedale di Adwa.

L’attività che veniva svolta nella struttura provvisoria della Missione è stata trasferita nella prima ala del nuovo edificio. L’importante novità è che ora l’assistenza medica può essere espletata in modo continuativo, grazie all’apporto di due medici cubani, di un medico etiope e di tecnici kenioti. Lo staff permette quindi di offrire visite ambulatoriali, diagnosi e terapie di base (con i medici internisti Felix e Tamrat, i tecnici di laboratorio Annette e Ritah, la farmacista Winnie), interventi chirurgici di base (con Julio neurochirurgo, ma in grado di effettuare interventi ambulatoriali, Geoffrey tecnico di anestesia, Boniface infermiere strumentista). Ad essi si affiancano Anna, responsabile del laboratorio analisi, le instancabili suor Pauline e suor Betty del Cottolengo (rispettivamente infermiera e fisioterapista), una dozzina di infermiere etiopi e qualcuna keniota, affiancate in questi mesi dall’italiana Julia. A Marco, Eugenio e Gerry il compito di provvedere all’amministrazione e agli acquisti.
A questo nucleo di persone in attività stabile, si sono aggiunti i volontari di ASPOS e AMOA. Durante il periodo autunnale si sono alternati tre oculisti (Sergio, Massimo e Umberto) e una ottica (Simona), un ortopedico (Sandro), un chirurgo della mano (il sottoscritto), un neurologo (Renato), due medici di laboratorio (Vittorio e Leonarda), una biologa di laboratorio (Francesca), un radiologo (Andrea), un infettivologo (Fredy), una anestesista (Marzia), 3 ginecologi (Massimo, Giulia e Federica) e una ostetrica (Luciana), due infermiere (Lauretta e Beatrice) e altre ausiliarie in campo amministrativo e organizzativo (Leda, Loredana, Giulia). Durante il periodo natalizio come ogni anno sono presenti dentisti e odontotecnici (Rino, Matteo, Sara).
L’attività medica e chirurgica è stata alquanto intensa. Ma le prospettive per il futuro sono veramente interessanti. Entro tre anni, grazie all’importante contributo economico proveniente dagli USA, si completerà l’edificio dell’ospedale.
Sono in programma le assunzioni di un chirurgo ed un’anestesista cubani. Inoltre dovrebbero arrivare in pianta stabile una ginecologa e una caposala italiane, che renderanno possibile l’avviamento del Reparto Maternità, passaggio di prioritaria importanza per poter offrire assistenza a mamme e bambini ottenendo il riconoscimento di Primary Hospital.
ASPOS ha appena acquistato numerose apparecchiature ed ausili per l’ambulatorio di fisioterapia. Sta inoltre provvedendo all’acquisto dell’attrezzatura di base per avviare l’attività ortopedica.
Nel corso del 2020 continuerà ad inviare specialisti.

Giampaolo Fasolo

Direttore sanitario pro tempore dell’Health Center di Adwa e presidente di ASPOS

LEGGI ANCHE

  • L'Onorevole Emanuela Del Re, Viceministra agli Affari Esteri, è stata in visita ufficiale alla missione di Adwa...

  • Ultimi giorni ad Adwa… E’ difficile spiegare a parole le emozioni che sto provando lavorando e soprattutto vivendo qui ad Adwa…. Questa esperienza di vita qui mi ha portato a conoscere più profondamente me stessa, interagendo con il contesto che ho avuto attorno a me......

  • Attraverso il finestrino del Bombardier dell'Ethiopian Airlines, guardo gli altopiani che scorrono sotto di me. Il volo interno da Addis Abeba a Shirè è il mio preferito anche se è il più traballante. La tensione del viaggio si dissolve, la stanchezza mi invade, mentre il rumore delle eliche mi culla. Chiudo gli occhi per un istante, lasciando che le montagne si dipingano nella mia mente, cercando di indovinare i loro nomi......